6.07.2013

HO UN CASTELLO NEL CUORE - Dodie Smith


Probabilmente questo titolo vi dirà poco, ma la sua autrice, Dodie Smith, vi dirà già qualcosa in più.
La Smith non è tanto conosciuta per questa sua opera prima, almeno non qui in Italia, ma piuttosto per il suo secondo capolavoro: La carica dei 101.
Quest'ultimo non l'ho mai letto, e, sinceramente, non so se lo farò mai, ma sono felicissima di essere riuscita a recuperare il suo primo romanzo. In effetti, mancava nella mia libreria una storia scritta in maniera così incisiva e ricca di ideali, ma andiamo a vedere con più precisione di che si tratta.
La protagonista di Ho un castello nel cuore è la diciasettenne Cassandra Mortmain, una ragazza intelligente, acuta, sensibile e innamorata follemente della scrittura. E' proprio grazie a questo suo amore che veniamo a conoscenza della storia. Il libro, infatti, è  interamente narrato dall’acerba penna di Cassandra che ci racconta le  vicende sue e della sua famiglia attraverso un diario, che utilizza come esperimento prima di iniziare la stesura del suo "grande romanzo". Vi prego di non finire di leggere questa recensione solo perché avete letto la parola "diario", questo non è il solito libro-diario noioso e lento, ma è vivo. Vivo, ricco di dialoghi e colpi scena. Cassandra, infatti, è molto fortunata, ha davvero tantissimo da scrivere! La storia è ambientata in castello diroccato in mezzo alle campagne inglesi, in uno spazio temporale non bene identificato (potrebbero essere gli anni 30 o gli anni 40). La famiglia Mortmain è straordinaria: il padre è  uno scrittore, che dopo aver ottenuto molta fama grazie al suo primo libro, è entrato in una profonda crisi  che lo costringe a rimanere sempre chiuso nel suo studio aspettando chissà quale illuminazione, Topaz, la nuova moglie, è una donna un po’ naive che adora la pittura e restare nuda all'aria aperta per sentirsi più in contatto con la natura. Poi c'è sua sorella Rose, bellissima e molto amica con Cassandra, e infine Thomas il piccolo di casa. Tutto, però, diventa più interessante quando a interrompere le loro avventure arriveranno i proprietari del castello, i Cotton. I Cotton sono americani, colti, raffinati e dal momento in cui Cassandra incontra i due figli, Simon e Nail, non immagina nemmeno quanto il suo mondo stia per cambiare. Scritto nel 1949, Ho un castello nel cuore è un grandissimo romanzo di formazione, amore, ed emancipazione che mi ha stregato completamente e che nonostante sia stato scritto un bel po’ di anni fa, rimane ancora molto attuale.

VALUTAZIONE
★★★ /5

************ 

 Vi auguro una bellissima giornataRestate collegati.

Vostra, 
Marty