6.02.2014

SCRIVIMI ANCORA - Cecilia Ahern


Scrivimi ancora è una storia d'amore tutt' altro che banale, basta infatti che sfogliate qualche pagina per capire che il libro non è narrato nel modo tradizionale, bensì attraverso lettere, email, messaggi scritti su foglietti volanti o biglietti di auguriLa storia, ambientata a Dublino, narra  le vicende di Alex e Rosie,  due amichetti di sette anni che parlano attraverso bigliettini e si beccano note scolastiche. Non impieghiamo molto tempo per capire che quello che c'è fra di loro non è un semplice rapporto, bensì uno di quei legami profondi che si hanno la fortuna di trovare una volta sola nella vita. Li seguiremo nella loro adolescenza, durante uscite di nascosto, le prime sbornie, i primi amori, fino ad arrivare ad episodi più tristi come il trasferimento di Alex negli Stati Uniti. Da quel momento in poi le loro vite prendono inevitabilmete direzioni opposte: Alex si fidanza con una ragazza del posto e si iscrive alla facoltà di medicina, mentre Rosie, la ragazzina dolce e studiosa che non desiderava altro che andare all'università e fare carriera, rimane incinta la notte del ballo da un accompagnatore trovato all' ultimo minuto.  Nonostante tutto vada avanti, però,  loro non smettano mai di scriversi. Anno dopo anno.

Non sono mai stata una fan dei romanzi "epistolari", ma siccome avevo questo libro in casa da anni e un noioso pomeriggio a mia disposizione, ho deciso di dargli una possibilità. Oltrepassata la mia reticenza nei suoi confronti e iniziato a leggerlo, ho capito che di fronte a me avevo una rara, nonchè originalissima storia d'amore. L'ho letto in pochissime ore e mi sono subito affezionata ai due protagonisti, che li ho trovati indimenticabili e incredibilmente umani. Rosie è una donna come tutte noi, un po' sbadata, per niente perfetta, e ti chiedi come abbia fatto a restare così salda nelle sue decisioni nonostante le continue delusioni e gli imprevisti che le sono capitati. Molto spesso si sente una fallita, ma io l' ho trovata un personaggio meraviglioso, quasi un esempio da imitare. Alex, dal canto suo, non è certo da meno. Lui è l'amico e il ragazzo che tutte vorebbero avere: affascinante, premuroso, acuto e di sani principi. Ho adorato il modo in cui trattava Rosie e la sua bambina, anche se spesso avrei tanto voluto togliergli gli strati di prosciutto dagli occhi per fargli capire che era lei la donna e l'amore della sua vita.
Leggetelo, per favore, leggetelo! Vi innamorarete subito di questi due protagonisti un po' sfortunati, che vi faranno tifare per loro fino alla fine come un gruppo di ragazzine strillanti davanti alla loro band preferita. E non importa se spesso vi domanderete per quale cavolo di motivo la ruota non gira mai nel verso giusto per i buoni, o come mai le strade di riconciliazione di due innamorati che ne hanno passate di cotte e di crude debbano per forza essere cosi lunghe e distanti fra loro, perché arrivati alla fine la conclusione vi soddisferà sicuramente. Insomma, se non l'avete ancora capito Scrivimi ancora è un libro straordinario, fresco e divertentissimo, ma diversamente da quanto mi aspettavo all' inizio, è stato anche capace di regalarmi emozioni pazzesche. (Ergo, tenetevi un pacco di fazzoletti vicino a voi!)


Restate collegati:D

Marty