2.05.2016

ODYSSEA, OLTRE IL CORAGGIO DEL SACRIFICIO #4 - Amabile Giusti ||Recensione

Pagine: 643. Disponibile solo in ebook: euro 1,99.
 ★★★★★ +
TRAMA: Dopo la perdita subita, Odyssea non riesce più a sorridere. Una minaccia ben più temibile delle precedenti grava sulla sua vita e su quella di Jacko. Con questo spirito inquieto, Odyssea inizia la vita universitaria, nel pensionato per studentesse della facoltà di Zooiatria di quel magico mondo che ormai è la sua casa. È la prima volta che vive lontana dalla famiglia, ma i tempi sono maturi per un lento distacco e un’ulteriore crescita. Nuove lezioni e nuovi impegni la sottraggono in parte all'Incessante ricordo della sconfitta patita e del ricatto cui ha dovuto cedere. Eppure non smette di guardarsi intorno, non smette di cercare il proprio nemico, certa che sia vicino a lei, pronto a ricordarle nel modo più crudele l’atroce patto che hanno stipulato. Un quarto volume intriso di malinconia, teso e spasmodico, all’insegna del cambiamento. Un anno in cui molte, troppe cose accadranno: un imprevisto e strampalato amico le darà tanta forza, una divergenza di idee creerà per la prima volta un serio conflitto tra lei e sua madre, il tragico fantasma di una ragazzina le farà scoprire qualcosa di inaspettato sul suo mortale avversario, e qualcuno tornerà dal passato per rimescolare le carte del presente.Ma, soprattutto, Odyssea capirà che la vita può scegliere vari modi, a volte contorti, per vincere, che l’amore non vuole saperne di costrizioni e ricatti, che non c’è modo di forzare il destino, e che il sacrificio di uno – il più coraggioso, il più nobile – può bastare per mettere in salvo tutti gli altri.

ATTENZIONE: Potrebbe contenere spoiler!

Cosa mi è piaciuto:
- Lo stile della narrazione è pazzesco. Raffinato, elegante, quasi da romanzo classico ma al contempo incredibilmente giovanile, frizzante e semplice. Sembro pazza a mettere insieme tutti questi aggettivi, ma non potrei spiegarlo in un'altra maniera. 
- Lunghezza. Il libro è molto lungo, people! Un formato ebook da ben 643 pagine!
- Odyssea e Jacko e il loro sviluppo caratteriale. In questo libro entrambi devono fare i conti con i fatti avvenuti nel libro precedente: Jacko dovrà prendersi le sue responsabilità con Nelly e il bambino, mentre la nostra povera Odyssea dovrà costantemente nascondere i suoi sentimenti per paura di Squartavene. Questa distacco dovuto e soffertissimo farà crescere Odyssea in una maniera incredibile: non solo imparerà a sbrigarsela senza l' appoggio dell' unica persona di cui si fidava, ma per quel suo amore fortissimo sarà disposta a fare di tutto, persino a privarselo. Jacko, a sua volta, sarà il solito bellissimo arrogante a cui siamo abituati ma, per la prima volta, vedremo delle profonde incrinature nella sua persona. Lo vedremo cedere, crollare, disperare per amore e tirare fuori le unghie pur di stare con Odyssea. Insomma nonostante non sia mai stato un ragazzino, in questo libro Jacko diventa un uomo con la U maiuscola. 
- Jsahfgsdafhsdfhdhsddhsa (tradotto: ommamia il mio cuore!). Leggendo molto mi capita spesso di provare le farfalle nello stomaco, ma raramente provo questa specie di inversione delle budella che mi costringe a cedermi totalmente alla storia. Mi sento così affine a Odyssea che quando lei è triste lo sono anche io, quando vede Jacko dopo un po' di tempo che non lo vedeva e si sente il cuore impazzire, impazzisce anche il mio, quando Jacko combina cose, dice o fa improvvisamente qualcosa e Odyssea si sente  mancare il suolo da sotto i piedi, anche a me capita la stessa cosa. Quindi sì, preparatevi a molti momenti che vi metteranno a K.O. e vi trasformeranno le ossa in gelatina. Questi due personaggi sono polvere da sparo che appena si avvicinano danno vita ad un'esplosione straordinaria. L' adrenalina fra loro è così alta che persino il più rapido scambio d' occhiate potrebbe far sbiancare la più audace scrittrice di erotici. 
- Tio.  Tio è il figlio del preside dell'università che frequenta Odyssea. È un donnaiolo incallito, uno sbruffone che ama vestirsi come un barbone, uno scansafatiche. Il loro inizio non è dei migliori, anzi, diciamo che volano parecchi coltelli, ma giorno dopo giorno inizia a formarsi fra di loro la più improbabile delle amicizie. Non pensavo avrei mai amato un personaggio maschile oltre a Jacko, ma Tio è stato per Odyssea una medicina straordinaria durante quei mesi orribili e spero davvero tanto che questo loro rapporto si fortifichi ancora di più in futuro. 
- Sentimenti e reazioni molto realistiche. Non so voi, ma ho sempre trovato molto irritanti quelle storie dove tizia e tizio hanno problemi ma che nonostante la grandezza di questi problemi tornano assieme dopo una manciata di capitoli come in una delle migliori puntate delle Winx. In Odyssea essendo i personaggi molto reali e dotati di reazioni molto reali ciò non avviene mai. Odyssea e Jacko, infatti, hanno tantissime cose da dirsi, o da chiarire, ma non ci riescono perché sono maledettamente umani e fra di loro interviene spesso l'orgoglio, la paura, la gelosia e il senso del dovere. Questo aspetto dà una tridimensionalità pazzesca ai personaggi, facendoli sembrare sempre di più persone vere piuttosto che di "carta". 
- Thriller. In tutti i libri della serie c'è sempre in sottofondo un mistero da svelare, ma mai come in questo quarto capitolo dovrete fare appello alle vostre doti investigative per capire "che cappero sta succedendo" o "chi è chi". Odyssea, infatti, sarà costretta a seguire più misteri, più piste e con lei inizieremo a svelare un fittissimo groviglio di ipotesi e a dubitare praticamente di qualsiasi individuo ci si presenterà davanti. ( Ah, ovviamente io non avevo capito nulla! La mia intuizione fa ridere i polli!) 
- Un lato fantasy ancora più definito. La prospettiva spaziale del libro è concentrata sopratutto sulla facoltà di Zooiatria dove Odyssea frequenta il primo anno di laurea. Qui avremo modo di immergerci in pozioni straordinarie, nuovi incantesimi, bizzarri professori, animali incredibili e fantasmi misteriosi. Nonostante la tristezza di molti momenti quest'aspetto ci terrà sempre in movimento e spensierati.
Cosa non mi è piaciuto:

Nessuno aspetto negativo riscontrato!

IN CONCLUSIONE: Questa è la mia serie Young Adult preferita. Stop. Cosa dirvi di più senza sembrare troppo melensa. Potrò leggere tante altre serie e saghe bellissime, ma dubito fortemente che qualcuna riuscirà a prendermi emotivamente così tanto. Con questo quarto libro l'autrice si è davvero superata e non vedo letteralmente l'ora di immergermi nel quinto per scoprire come si comporteranno i protagonisti in precisi momenti. Se non avete mai letto questa serie dategli una possibilità: Jacko e Odyssea sono una coppia straordinaria e vi innamorerete talmente tanto di loro che non potrete più farne a meno.

********
È tutto per questa recensione. Ditemi, avete mai letto questo quarto capitolo? Fatemi sapere.

RESTATE COLLEGATI :D
Vostra
Marty