1.12.2017

I SEGRETI DELLA CASA SUL LAGO - Kate Morton

Me finito libro. Me tanto triste. Me non sapere più che fare T.T


Se conoscete Kate Morton saprete che i suoi libri sono un miscuglio di tanti generi, ma essenzialmente, e prima di tutto, delle straordinarie storie dove il mistero fa da protagonista. Quindi, sì, questa recensione sarà scritta molto "a grandi linee" e cercherò di dire solo l' essenziale per evitare di spoilerare troppo.
I segreti della casa sul lago è un romanzo ambientato nella stupenda e affascinante Cornovaglia. Eleanor e suo marito Anthony vivono una vita serena a Loeanneth, la loro bellissima abitazione sul lago, assieme alle figlie Deborah, Alice, Clemmie e al piccolo di casa, Theo. Tutto sembra idilliaco e perfetto, finché durante un party da loro tenuto per la notte di mezza estate, Theo, di appena un anno, scompare nel nulla. La polizia si metterà subito in moto per rintracciarlo ma il caso si chiuderà poco dopo senza che il bambino venga mai ritrovato. 70 anni dopo, la giovane derective Sadie Sparrow, reduce da uno scandalo che la vede responsabile, decide di ritirarsi a casa del nonno in Cornovaglia per calmare le acque. Durante una passeggiata con i suoi cani, scoprirà dell' esistenza della abitazione, ora vuota e diroccata, e della triste storia legata alle sue mura... e, ovviamente, inizierà anche ad indagare a fondo.


Cosa mi è piaciuto:
  • Sadie Sparrow. Con un cognome così partiamo già bene! :)
  • Il libro inizia con un prologo sconvolgente. Non potevo fare a meno di pensare "Ommiodio, ommiodio, ommiodio, sta seppellendo un bambino? Così? Alla prima pagina!?! Non sono prontaaaaaaa!!!!" O.o
  • Conosco la scrittura della Morton alla perfezione e la amo così tanto che mi sono ripromessa di leggere tutto ciò fosse uscito dalla sua penna (poco conta se i suoi libri parleranno di misteri, di segreti o di coltivazioni di cactus), ma nonostante questa mia consapevolezza, rimango sempre meravigliata ogni qualvolta apro un suo romanzo. In questo libro in particolare, la cui storia è legata ad una dimora persa nella vegetazione e dimenticata negli anni, la sua scrittura è tremendamente evocativa, infestata e nostalgica.
  • Come OGNI suo libro la storia è narrata su due piani temporali, con ulteriori flashback per ogni tempo narrativo, di conseguenza siate consapevoli di questo suo aspetto stilistico quando sceglierete un suo libro (io personalmente impazzisco per questo genere di storie dove abbiamo già il fatto accaduto, ma non sappiamo da cosa sia partito). In ogni caso, qui abbiamo un alternanza di capitoli ambientati, da un lato nei primi anni del 1900 in Cornovaglia, e dall'altro sempre in Cornovaglia ma nel 2003.
  • Ne I segreti della casa sul lago ci viene data l' illusione di avere solo due protagoniste principali: Sadie Sparrow, la giovane Detective dal passato difficile, e Alice, la seconda figlia di Eleanor, che nel 2003 è ormai una celebre scrittrice di gialli. Tuttavia, ci accorgeremo ben presto che la vera protagonista è in realtà anche un'altra persona, e siccome amo terribilmente i libri che mi fanno perdere il controllo delle mie certezze, dovevo a tutti costi sottolinearlo.
  • Tutti i libri della Morton girano attorno ad un mistero, e devo ammettere che con le vicende di questo giovanissimo bambino scomparso si è davvero superata. Un mistero davvero molto intrigante, ma decisamente  troppo triste.
  • L' aspetto che ho avuto modo di apprezzare in ogni suo libro è correlato a ciò che questi misteri lasciano ai protagonisti. È un po' come se all'inizio tutti i suoi personaggi vivessero in un mondo perfetto e poi tac, qualcosa di terribile (o meno terribile) accade, e l'innocenza viene completamente spazzata via dalle loro vite. Potranno andare avanti, potranno redimersi, perdonarsi e dare una soluzione al mistero che li assillava, ma la loro vita è stata ormai contaminata e non ci sarà più nulla da fare. È proprio per questo motivo che affermo sempre che i suoi libri hanno un sapore dolce/amaro, proprio perché non saremo mai totalmente felici. Ma nemmeno totalmente tristi. Quindi state sereni.
  • Amo lo stato di confusione mentale che mi accompagna durate la lettura dei suoi libri. Giusto per fare un esempio, giuro di aver colpevolizzato tutti i personaggi presenti in questo libro per la sparizione di Theo, d'altronde la Morton non fa niente per farci pensare il contrario, anzi, ci aggiunge false piste a più non posso. E sì, potrà sembrare anche un gran casino, ma poi tutto torna, tutto torna sempre.
  • Tutti i suoi romanzi hanno a che fare con le emozioni e le complessità emotive umane e questo è sicuramente il romanzo che si sofferma maggiormente sull'argomento.
  • Segreti, segreti ovunque. I segreti della casa sul lago, come i suoi precedenti parla di redenzione, di frasi dette senza pensare e frasi taciute. Tutti, in effetti, sono colpevoli a loro modo.
  • Loeanneth, la casa sul lago, non è solo la cornice della storia, ma ha una consistenza tale da essere comparata ad un personaggio in carne ed ossa. Con la sue enormi stanze, i suoi tunnel segreti, la sua fitta vegetazione che le fa da coperta, questa casa mi ha portato in un luogo fermo nel tempo e la sua atmosfera è così vivida e tridimensionale da far sembrare che la casa respiri.

Cosa non mi è piaciuto


  • Tutto il processo investigativo che porterà Sadie e Alice ha scoprire la verità finale mi ha veramente coinvolta e intrigata. Tuttavia, diversamente da L’ombra del silenzio, dove la scoperta finale mi ha spiazzata così tanto che ancora ora oggi rimango incredula al solo pensiero, in I segreti della casa sul lago ho come avuto l'impressione che l' autrice tendesse a parlare troppo, o meglio, a darci troppi indizi prima di svelare un piccolo pezzo del  mistero. E ovviamente non tutto, ma qualcosa sono riuscita a prevederla facilmente.

IN CONCLUSIONE: Con I segreti della casa sul lago Kate Morton da un'ulteriore dimostrazione di quanto grandi siano le sue capacità narrative. È un storia che è in grado di farci osservare tutte le sfumature della natura umana, capace di portarci in tempi lontani e dimenticati, capace di parlarci di errori e dolori incredibili ma anche di passione, vita, libertà. Consigliatissimoooooo!


VALUTAZIONE
★★★ /5


************ 

E ora vi lascio, devo andare a cercare qualche altro libro capace di farmi passare questa tristezza post-libro-wow. Mi capite, vero? Fatemi sapere se avete letto questo libro!


 Vi auguro una bellissima giornataRestate collegati.

Vostra, 
Marty